Carlo Tenan, diplomato in direzione d’orchestra, pianoforte, oboe, composizione e musica elettronica, avvia la sua carriera di direttore collaborando in qualità d’assistente a produzioni sinfoniche e liriche dirette tra gli altri da Antonio Pappano, Mtislav Rostropovitsch e Lorin Maazel.

Tenan ha diretto alcune tra le più prestigiose orchestre internazionali tra cui l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Tokyo Philarmonic Orchestra, l’Orchestra del Konzerthaus di Berlino, l’Orchestra Sinfonica del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, L'orchestra del Teatro di Oldenburg , l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra del Teatro di Mannheim, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Bruckner di Linz, l' Orchestra del Teatro di Innsbruck .

Nel gennaio 2010 ha debuttato al Grosses Festspielhaus in Salzburg dirigendo il concerto di capodanno. Tra i suoi successi in ambito operistico particolare attenzione hanno suscitato Il ratto dal serraglio, Don Giovanni e Il Flauto magico di Mozart, Tosca e La Bohème di Puccini.

Tra gli impegni più rilevanti si segnalano il doppio appuntamento presso il Berlin Konzerthaus in qualità di direttore e di compositore, numerose produzioni presso l’Auditorio Adela Reta di Montevideo (Requiem di Verdi, Don Giovanni), concerti con Barbara Frittoli e la Tokyo Philarmonic Orchestra, il debutto al Rossini Opera Festival con Ewa Podleś, numerose tournee con Uri Caine e - più recentemente - con Paolo Fresu, la direzione della prima italiana di The Turn of the Tide di Maxwell Davies con l’ Orchestra Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, Madama Butterfly al Kyoto Opera Festival, il debutto al Festival Internazionale MITO, l'incisione per la Decca con Juan Diego Florez (2014). Al Teatro Comunale di Bologna due nuove produzioni di Madama Butterfly (2015) e Il Barbiere di Siviglia (2016) ricevono il plauso della critica.

Nel 2017 diventa direttore musicale de la Wunderkammer Orchestra, gruppo in costante evoluzione che si avvale di figure musicali provenienti dalle maggiori orchestre europee.

Carlo Tenan è attivo anche in veste di compositore: premiato al “UnTwelve Composition Competition” (Chicago, 2015), finalista al “Bangor Dylan Thomas Prize for electroacustic composition” (Bangor, 2014), sue partiture sono state segnalate e premiate in diversi concorsi internazionali tra cui “2 Agosto” International Composing Competition (2008), Concorso “Opera J” (promosso da: Opera domani/As.Li.Co., L’Opéra Royal de Wallonie e il Teatro Real di Madrid, 2008), ”International Uuno Klami Composition Competition” (2009).

Il suo brano 4.0 per sestetto d’ottoni è stato eseguito ed inciso dalla formazione WonderBrass, composta da musicisti provenienti da prestigiose orchestre (Accademia Nazionale S.Cecilia, Gewandhaus di Lipsia, con la partecipazione della prima tromba del celebre quintetto Canadian Brass). In Aprile 2018 una sua composizione per quartetto d' Arpe è stata incisa per la Tactus.

Tra gli appuntamenti della stagione 2018/2019 da segnalare il debutto con la Sofia Philarmonic, il concerto presso il Palazzo Reale per i festeggiamenti del venticinquennale dell'Orchestra Verdi, la prima esecuzione assoluta di Kammerkonzert for piano and big band scritto da Tenan per Wunderkammer Orchestra; il ritorno all' Adela Reta National Auditorium SODRE di Montevideo per I Vespri Siciliani di Verdi e I Pianeti di Holst, e al Rossini Opera Festival con Jessica Pratt e Varduhi Abrahamya, la prima mondiale dell'opera Winter Journey di Ludovico Einaudi presso il Teatro Massimo di Palermo con la Regia Roberto Andò e Libretto di Colm Tóibín.

Nel 2020 ha debuttato con la Borusan Istanbul Philharmonic Orchestra ad Istanbul dove tornerà per la stagione 2021/2022 e 2022/2023.